top of page

Paolo Ruffini
in

IL BABYSITTER

Produzione Vera

ABR03378_edited.jpg

Paolo si ritrova a improvvisare come babysitter quando un bambino smarrito interrompe il suo one man show. Tra dialoghi sulla fantasia e la responsabilità, lo spettacolo offre momenti poetici ispirati dalle riflessioni sorprendenti del bambino. Le poltrone del teatro si trasformano in sedili di una macchina del tempo, invitando il pubblico a viaggiare tra passato e futuro per riscoprire l’innocenza dell’infanzia. Lo spettacolo è un “one man show... e mezzo” che unisce comicità e riflessioni, riportando il pubblico a un mondo di gioco e meraviglia, sottolineando l’importanza di mantenere viva la spensieratezza.

bottom of page